domenica 30 marzo 2014

Ladra di libri



Avrei voluto dire tante cose alla ladra di libri, parlarle della bellezza e della brutalità. Ma che cos'altro avrei potuto dire, che lei già non sapesse? Volevo spiegarle che da sempre mi capita di sovrastimare o sottostimare il genere umano... di rado mi limito a stimarlo. Volevo domandarle come potesse una medesima cosa essere terribile e splendida allo stesso tempo, e le sue parole dure e sublimi insieme.
Nulla di tutto ciò mi uscì dalla bocca.

Ho odiato le parole e le ho amate,
e spero che siano tutte giuste.
Storia di una ladra di libri - Markus Zusak


A mio nonno, la sua ladra di libri.







sabato 22 marzo 2014

Sempre devi avere in mente Itaca

  




 



















 


Itaca (Costantino Kavafis)



Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere d'incontri
se il pensiero resta alto e il sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo
né nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga
che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti - finalmente e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:


empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche aromi
penetranti d'ogni sorta, più aromi
inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca
- raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo,per anni, e che da vecchio
metta piede sull'isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
in viaggio: che cos'altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
Già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.

 

martedì 21 gennaio 2014

"Alla nostra ultima gita! Sul camion di stanotte non c'è solo whisky: ci sono dieci anni di vita, che è valsa la pena di vivere". (C'era una volta in America)





venerdì 10 gennaio 2014

Erri De Luca - I pesci non chiudono gli occhi




“Ti piace l’amore?
Non lo so.
Ora ce l’hai?
Sì, mi sono accorto di avercelo. È cominciato dalla mano, la prima volta che me l’hai tenuta. Mantenere è il mio verbo preferito.
Sei innamorato di me?
Ho cominciato dalla mano che si è innamorata della tua quando me l’hai tenuta. Poi si sono innamorate le ferite che si sono messe a guarire alla svelta.
Allora, ti piace l’amore?
E’ pericoloso. Ci scappano le ferite. Non è una serenata al balcone, somiglia a una mareggiata di libeccio, strapazza il mare sopra, lo rimescola sotto.
Non lo so se mi piace”.

giovedì 2 gennaio 2014

Lasciatemi dire quattro cose sulle donne






Noi donne siamo angeli e diavoli, ma ammettiamolo ci sono donne davvero insopportabili.
E quindi ecco il mio personale elenco:
1) le so tutto io: non puoi aprire un argomentazione, che puntualmente tutto ciò che dirai sarà criticato e rivisto;
2) le acculturate: hanno frequentato la scuola migliore, l'università ecc.. Puoi anche aver letto 2000 libri, conoscere l'arte.. e altre mille cose più di loro.. Ecc.. Ecc... Se non hai i loro titoli, ai loro occhi passerai sempre per ignorante! Che poi è così bello imparare dagli altri. Perché far sentire la gente inferiore quando i rapporti con persone più facoltose e sicuramente più acculturate sono sempre di arricchimento per tutti;
3) le modelle: ovvero le ragazze belle e consapevoli di esserlo, ma esageratamente. I loro social network sono un mix tra conigliette di playboy e vips della tv, alla Canalis insomma.. Peccato che il loro curriculum si ferma a qualche sfilata in abito da sposa;
4) le figlie di papà snob: quelle che si vantano di tutto ciò che hanno e che fanno. Peccato che nulla è    frutto del loro impegno, ma solo dei soldini di papà;
5) quelle che sono brave solo a dire la loro, a criticare le tue scelte.. ma guai parlare della loro vita, delle loro di scelte e dei loro casini.. Loro sono le donne più mature di questo mondo e non sbagliano mai!

Che poi se vogliamo dirla tutta, queste donne sono così perché purtroppo molta gente imbecille da loro corda, mettendole su un piedistallo che non meritano, e a noi non ci resta che sopportarle! -.-''

domenica 29 dicembre 2013

Ciao caro 2013. Benvenuto 2014




Corriamo verso le cose belle. Verso il nuovo anno.

E' da un po' che non aggiornavo il blog. Sono stati mesi intensi, pieni di tante cose, novità, attimi indimenticabili, problemi, tristezze e poi ancora piccole felicità. Del resto  è così la vita. 
Questo 2013 mi ha sorpreso e regalato delle bellissime emozioni che spero mi possano accompagnare nel 2014. E anche se le cose belle non sempre durano, una cosa è certa, ti cambiano. 
Cosa quindi augurarmi per questo nuovo anno, se non attimi altrettanto intensi e indimenticabili. Magari qualche certezza in più e un'ancora forte a cui aggrapparsi durante le tempeste che inevitabilmente si attraversano nel mare della vita.
Spero che sia un anno di cose belle anche per chi casualmente o no, leggerà questo post. 
E alla fine del prossimo anno, forse ci ritroveremo a tirare ancora le somme di un altro anno passato. 
Ciao caro 2013 e benvenuto 2014.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...